resoconto dell'incontro del 16 maggio 2006

Incontro degli studenti del Corso di Laurea in Scienze dell'Architettura con con la Tutor degli Studenti di Architettura, con la responsabile dell'Orientamento e con il Vicepreside, svoltosi Martedì 16 maggio 2006 dalle 8.45 in aula 38.

premessa

Riporto come posso la risposta dei docenti presenti ai punti che ho avuto modo di esporre come portavoce all'assemblea. Preferisco scrivere in prima persona per falsificare il meno possibile il resoconto, senza comunque nulla togliere alle molte persone che sono dietro ogni punto della lista proposta qui di seguito a cui devo/dobbiamo un grazie. Ci saranno sicuramente imprecisioni e purtroppo non ho avuto occasione di seguire interamente il dibattito per cui invito ad inviarmi integrazioni o precisazioni a riguardo.

Joshua Cesa

proposte

Le proposte presentate da me – ce ne sono state anche altre portate avanti da altri studenti non riportate – risassunte brevemente e date in copia ai docenti presenti.

Ordinamento del Corso di Laurea

Richieste

Discussioni

Idee

Problemi

discussione

A parte l'invito iniziale nell'utilizzare SPES, segnalare tramite i questionari le deficenze e prendere contatto con il tutor per eventuali problemi personali o collettivi si è iniziata la discussione basandosi sui punti proposti qui sopra.

Nell'introduzione ho voluto precisare il mio ruolo di NON rappresentante – in quanto non eletto – ma di portavoce per idee ed altro. Sottolineando la necessità di una collaborazione ho evidenziato le potenzialità che ci sono negli studenti, senza considerare che una maggior qualità è nell'interesse di tutti, per noi un domani e per l'Ateneo come immagine. Le potenzialità sono molte basta concretizzarle, un esempio tra tutti il sito web, la mailing list, che vanno a completare le deficienze di Sindy e degli altri sistemi informatici. Confrontando comunque Udine con Trieste o Venezia non abbiamo nulla da invidiare, perlomeno sotto l'aspetto tecnico/scientifico, quasi da politecnico. Ciò che manca sono spazi per la cultura, richiamando il discorso dell'Agorà. Su quest'ultima questione ci sono stati illustrati la trafila di tipo tecnico (uffici competenti che devono vagliare l'ipotesi) che ora è in corso (dato che il corpo docente ha accolto la proposta positivamente).

Riguardo il sito web ci è stato proposto di fae un'integrazione con il sito dell'Università, progetto al quale penserò a tempo debito (per ora il tempo è poco ed il sito fa bene quel che deve fare).

Riguardo l'ordinamento dei corsi in maniera più logica il vicepreside ha risposto con due argomentazioni: 1) dato il probabile passaggio ai semestri in tempi brevi (2 anni circa, se ne sta discutendo a livello nazionale e sarebbe valido per tutte le facoltà di Architettura) non ha senso cambiare lo status quo se poi ci sarà una ristrutturazione generale, 2) porre prima la pratica e poi la "teoria" come ora si fa aiuta a capire meglio dove si annidano i problemi e motiva nello studio.

Riguardo l'interazione del corpo docente siamo stati informati che esiste un sistema interno al corpo docente per il quale ogni insegnante segnala ai docenti che stanno "prima" di lui (come ordine logico: prima si fa fisica e poi statica per esempio) gli argomenti di cui ha bisogno e lascia al collega che viene "dopo" un resoconto di ciò che intende trattare. Molte volte – ha detto il vicepreside – il problema della sovrapposizione dei programmi è dato dal fatto che i docenti non vogliono parlare per questioni personali oppure perchè non si fidano dell'operato del collega che li ha preceduti. È stato inoltre evidenziato – ironicamente – il comportamento delle classi alla domanda "avete fatto questo?" che da sempre risposta negativa, anche se non è vero. Per concludere Pratelli ha dettto che queste questioni, riguardando strettamente il docente e non l'organizzazione non riguardano diretamente il cordinamento bensì il singolo insegnante.

A proposito della biblioteca siamo stati informati che i professori hanno la possibilità di segnalare la bibliografia di loro interesse ma sono in pochi a farlo.

Riguardo le mostre di fine corso ci hanno invitato a rivolgerci all'Architetto Barbarewicz che si sta già mobilitando in tal senso (avviando una commissione). Per le collaborazioni con l'Ordine degli Architetti – definita già attualmente "ottima" – il referente è l'Arch. Foramitti, è lasciato in sospeso il discorso dei crediti.

Prima di andarmene erano intavolate due discussioni: una sui tirocini del terzo anno ed una sulle lauree di tipo A e di tipo B su cui però non me la sento di esporre in quanto non conosco tutti gli aspetti del problema. Invito chi fosse stato presente ad integrare questa parte.

www.audine.net | sito conforme W3C: XHTML 1.1, CSS | cerca
tutti i contenuti pubblicati, salvo diversa indicazione, sono soggetti alla licenza CC Creative Commons by-nc-nd 3.0