Resoconto dell'assemblea degli studenti di Architettura, riunitasi l'8 ottobre 2010 alle ore 12.30 in aula G.

Ordine del giorno

  1. comunicazioni dei rappresentanti
  2. orari: proposte di modifica
  3. passaggio al Nuovissimo ordinamento
  4. tirocinio: nuove regole
  5. associazione Studenti e Laureati
  6. varie ed eventuali

1. Punto della situazione sulla scuola di architettura udinese

Da maggio 2010 Joshua Cesa, rappresentante di Architettura, siede anche in Consiglio di Facoltà. Alcuni aggiornamenti dai consigli di Facoltà e di Corso di Studi:

2. Orari: proposte di modifica

Viste le uscite tardive dei calendari di lezioni ed esami – pubblicati con appena 3 giorni di anticipo per i corsi del presente semestre – nel prossimo Consiglio di Facoltà i rappresentanti porteranno il punto all'attenzione dell'assemblea: l'iter che conduce alla definizione dell'orario, che dura diverse settimane, può essere anticipato in modo da dare sufficiente preanticipo agli studenti. Il poter disporre con anticipo degli orari permette di programmare studio e mobilità (l'orario può influenzare la scelta tra pendolariato e residenza in città), influendo quindi anche sui costi sostenuti dagli studenti. Ideale sarebbe arrivare ad una pianificazione annuale analoga a quella di Medicina ma, per il momento, basterebbe un anticipo di un mese per ogni periodo didattico e di esami.

Riguardo le proposte di modifica, essendo gli orari da vagliare molti, i rappresentanti non riescono a sobbarcarsi un lavoro di revisione unificata per tutti gli anni, chiedono pertanto alle classi interessate di nominare un referente d'anno incaricato di valutare le ipotesi di modifica alla luce del calendario-aule, chiedere ai docenti interessati la disponibilità al cambio e valutare il consenso degli studenti a tali proposte; lungo tutto l'iter è chiaramente garantito un supporto dei rappresentanti che poi, a conclusione, si fanno carico della formalizzazione delle richieste con la Segreteria di Presidenza. La segnalazione delle modifiche specifiche è quindi rinviata ad assemblea conclusa.

3. passaggio al Nuovissimo ordinamento

In merito alle scelte d'esami del Nuovissimo ordinamento si parlerà, onde evitare confusione (anche negli stessi documenti ufficiali) tra le denominazioni, di "esami a scelta" per gli esami tra una lista data e di "esami liberi" i CFU da utilizzare (tipologia D) per sostenere esami o altre attività formative non indicate dal piano di studi ma a scelta dello studente.

Riguardo gli esami a scelta è stato chiesto al Preside di Facoltà le modalità d'iscrizione ai corsi tra cui scegliere (vedi allegato "Modalità d'iscrizione ai corsi a scelta del nuovissimo ordinamento"): il problema, evidente soprattutto per i corsi di Architettura, si pone nel caso di laboratori con un numero di posti limitato (solitamente 90) e deve essere affrontato prima del 2° semestre, in cui verranno attivati i corsi in oggetto. Si chiede pertanto la definizione di un periodo limitato in cui segnalare la propria preferenza e la definizione di una modalità di scelta dei candidati in caso di superamento del limite di posti; l'assemblea vota a favore di una scelta in ordine d'iscrizione, valutata la più equa (a patto di conoscere in anticipo la data d'inizio dell'accoglimento delle domande di scelta).

In merito ai corsi liberi i rappresentanti propongono una lista di corsi ed attività che possano concorrere al raggiungimento dei CFU previsti. Si elencano: corsi interni od esterni alla Facoltà, Erasmus ed Erasmus tirocinio, viaggi studio, Workshop e maser, tirocinio (con le modalità previste dall'uff. Tirocini), attività degli Ordini professionali (corsi interni di certificazione energetica degli edifici, sicurezza in cantiere, gestione del rischio del gas Radon, etc.); l'assemblea propone anche i corsi di Lingue (CLAV) e attività certificate da scuole professionali (ENAIP, ENFAP, etc.). Le modalità sono ovviamente da valutare, essendo necessario per alcune attività un referente accademico che certifichi le competenze acquisite. Date le attivazioni degli ultimi anni della Laurea Triennale e Magistrale con il presente A.A. si sollecita il C.C.S. e C.d.F. a definire il prima possibile le linee guida per consentire agli studenti di concludere la laurea nei tempi prestabiliti.

Il livello d'Inglese richiesto per il conseguimento della Laurea Magistrale (ord. 270/2004) è equivalente al livello B2 (Post-Intermedio), certificato FCE. Le denominazioni CLAV e riportate su Guida e Manifesto degli Studi non sono equivalenti a quelle vigenti in Europa e variano. Sempre nella suddivisione CLAV i livelli che intercorrono tra l'equivalente PET (richiesto per la L. Triennale) e l'FCE sono 4, a cui corrispondono altrettanti corsi: dal momento in cui si viene collocati ad un livello dal test di piazzamento non si possono bypassare gli step intermedi. I corsi previsti (uno per livello) inoltre vengono svolti in altre sedi rispetto al Polo scientifico. Il vice-Preside Petti ha dichiarato nella scorsa Giunta di Facoltà (fonte Segreteria di Presidenza) che richiederà al CLAV di abbassare la soglia di conoscenza della lingua di due livelli onde evitare forti ripercussioni sui tempi di laurea degli studenti.

Viene presentato il documento "Modalità d'iscrizione ai corsi a scelta del nuovissimo ordinamento" (vedi allegato) votato al C.C.S. del 22 settembre 2010 in cui la commissione didattica ha definito un primo sistema di norme per il passaggio tra i due ordinamenti. Il suddetto documento sarà nei mesi integrato, ridefinito e via via ripubblicato man mano che si presenteranno problematiche non ancora previste.

Viene aperta una discussione in merito al numero di elaborati richiesti per periodo didattico: analizzato (come esempio) il primo semestre del primo anno L. Magistrale Joshua Cesa analizza la presenza di due elaborati progettuali, uno di rilievo e due lavori di approfondimento, valutandoli come eccessivi per un solo periodo; Nicola Rosso per contro valuta imprescindibili alcuni corsi dall'elaborato. Nella discussione si evidenzia che unici corsi da monitorare sono gli integrati che nel caso di Laboratorio integrato di design industriale (2° semestre, A.A. 2009-2010) e di Restauro architettonico e Fotogrammetria (1° semestre, in corso) mostrano o hanno mostrato la mancanza di coordinamento tra gli elaborati progettuali richiesti; l'assemblea vota a larga maggioranza la seconda mozione e chiede, unico intervento sullo status quo, il vero coordinamento degli elaborati nei corsi integrati.

4. tirocinio: nuove regole

A seguito dell'introduzione delle nuove pubblicate sul B.U.R. n. 22, decreto del Presidente della Regione n. 103, 21 maggio 2010 gli studi che non hanno almeno un dipendente non possono avere tirocinanti (art. 7). C'è un dubbio interpretativo sul termine "convenzione" e sulle norme transitorie (art. 14) che permetterebbe agli studi già convenzionati prima della data di pubblicazione del decreto, secondo i rappresentanti, di essere esenti dalla norma. Il problema, essendo a livello regionale, verrà comunque presentato direttamente all'Ordine degli Architetti, ..., in modo che l'intervento in merito sia sostenuto da tutti i professionisti interessati.

5. associazione Studenti e Laureati

A pro di favorire le attività all'interno del Corso di Studi verrà convocata a breve da rappresentanti un'assemblea pre-costitutiva per dell'associazione Studenti e Laureati in Architettura ad Udine (nome da definire), da far riconoscere come Associazione Universitaria. Sono invitati a parteciparvi tutti gli interessati, studenti o già tali. La bozza di statuto è stata elaborata da Nicola Rosso e sono state raccolte alcune adesioni per un primo nucleo di lavoro.

6. varie ed eventuali

In merito al D.D.L. 1905 gli elementi su cui discutere sono pochissimi: si sa che è in fase di approvazione e si hanno i dati riguardo il finanziamento dell'Università. Non si sa cosa accadrà nel prossimo anno quando, stando alle dichiarazione del Rettorato, i fondi dell'Università non saranno più sufficienti a pagare lo stipendio dei docenti. Inoltre c'è la protesta dei ricercatori in atto che metterà a rischio la didattica, soprattutto a partire dal prossimo A.A. In merito alla possibile disattivazione di corsi non si possono far pronostici. Tutti questi argomenti saranno comunque trattati, per quanto possibile, in una prossima assembla degli studenti di Ingegneria, prevista approssimativamente per fine ottobre 2010.

Avrà luogo negli ultimi mesi del 2010 un corso gratuito di modellazione e – forse – render rivolto principalmente ai primi anni (ma aperto a tutta la comunità studentesca) che tratterà Google SketchUp, con cenni di geometria descrittiva e disegno, per la modellazione e l'uso degli funzionalità avanzate (sandbox, modelli complessi, fotogrammetria, interazione con Google Earth) e render – eventualmente – con Maxwell Render (passando per plug-in e Maxwell Studio). Le lezioni, tenute da Joshua Cesa, saranno in numero da definirsi e verranno calibrate a seconda della classe.

Allegati

www.audine.net | sito conforme W3C: XHTML 1.1, CSS | cerca
tutti i contenuti pubblicati, salvo diversa indicazione, sono soggetti alla licenza CC Creative Commons by-nc-nd 3.0