Resoconto dell'assemblea degli studenti di Architettura, riunitasi il 9 gennaio 2008 alle ore 12.30 in aula L.

Ordine del giorno

  1. Spostamento della sede di Architettura: Udine o Cividale?

1. Spostamento della sede di Architettura: Udine o Cividale?

La presentazione dei rappresentanti degli studenti ripercorre anzitutto, per mezzo della rassegna stampa (unico dato certo in loro possesso), come inizia la proposta di dislocare la nascente Facoltà di Architettura (siamo nel 2002) in altra sede rispetto a quella udinese (prima si pensa a Rivignano e poi a Cividale), si evidenziano le principali figure implicate nella vicenda (l'allora vice-presidente della Regione Alessandra Guerra e l'attuale presidente della Banca di Cividale Lorenzo Pellizzo) ed i vari proclama – più o meno rispondenti alla realtà – apparsi sulla stampa locale. Viene evidenziato il forte interesse politico/economico di questo decentramento – e non certo didattico – quindi la perversa logica dei do ut des: l'interesse nel portare a Cividale studenti, la richiesta dell'allora giunta regionale di controllo sulle nomine dei docenti, nonché la mancata attivazione della Facoltà di Architettura nonostante i fondi vi siano e siano stati in gran parte utilizzati a favore in primis della Facoltà di Ingegneria.

Nello specifico si fa riferimento ai seguenti articoli e documenti:

Sempre con riferimento alla stampa delle ultime settimane è stata evidenziata la situazione economica estremamente problematica dell'Università degli Studi di Udine, dati i tagli di fondi ministeriali, nonché l'astensione della Regione Friuli V.G. nel finanziamento dei possibili progetti della realtà di Architettura ad Udine. In questo quadro risulta di primaria importanza la costituzione della Facoltà, onde garantire – forti anche dell'alto numero di iscritti, indice di buona salute dell'attuale Corso di Studi – un'indipendenza economica, decisionale dunque didattica (l'obiettivo finale è sempre la qualità). Viene quindi presentata all'assemblea l'ipotesi – anticipata ai rappresentanti nei suoi punti principali dal prof. A.R. Burelli – che il C.C.S. discuterà il giorno seguente: dislocamento a Cividale di Presidenza, dei laboratori della Laurea Magistrale (ora Specialistica) ed di altre attività quali dottorato, master post-laurea, summer school. Ciò a pro di un finanziamento da parte della Banca di Cividale di 5 milioni di euro in sette anni, che permetterebbero l'assunzione di 1 docente ordinario, 2 associati, 4 ricercatori e del personale tecnico-amministrativo.

La proposta così descritta all'assemblea porta ad un confronto che evidenzia i pro ed i contro dell'offerta. Ciò detto tenendo presente comunque due punti chiave: i dati presentati risultano insufficienti per una valutazione seria del progetto, sarà soprattutto nei piccoli particolari applicativi – non certo presenti in quello che è un "piano di massima" – che si vedrà l'effettiva qualità della proposta; inoltre è da chiarire che a parere unanime gli studenti considerano l'ipotesi di un dislocamento a Cividale assolutamente illogica e contraria a qualsiasi esigenza o fine didattico o interesse degli studenti – come già esposto dai rappresentanti durante il C.C.S. del 23 ottobre 2007.

Capìta, su chiara indicazione dei rappresentanti, la priorità dell'istituzione della Facoltà si prende atto dell'occasione preziosa che, in mancanza di altre e migliori proposte, permetterebbe l'autonomia della realtà di Architettura, il miglioramento della Laurea Specialistica– problema didattico prioritario nel Corso di Studi – e la disponibilità di spazi – ora carenti nella sede del Polo Scientifico –, pensando anche ad un futuro meno prossimo che riguarderà i non ancora iscritti, a cui abbiamo il dovere di garantire la miglior qualità. Il trasferimento, secondo alcuni componenti della Commissione Architettura, non sarebbe effettivo prima dei 2-3 anni.

I problemi prioritari di cui tener conto per un possibile sviluppo della sede cividalese, discutendo sulla proposta riassunta sopra, sono: biblioteca (utile in entrambi le sedi, ma che non deve essere "divisa", dunque ridotta), trasporti (convenzioni per prezzi agevolati, nonché interfacciamento delle corse della F.U.C. con le esigenze degli studenti), servizi (copisteria e, possibilmente, mensa) ed infine una strutturazione degli orari che accorpi nel minor numero di giorni possibile la presenza a Cividale degli studenti, per i due semestri che prevedono i laboratori (secondo semestre dei due anni della Laurea Magistrale, come previsto dalla bozza del nuovissimo ordinamento presentata al passato C.C.S.). Tali problemi, molto importanti, saranno fatti presente in sede di consiglio e nel futuro – riveduti ed approfonditi – alla presidenza ed alla docenza tramite i rappresentanti.

Al termine, vista la proposta valutata nel C.C.S. del 10 gennaio 2008, i rappresentanti chiedono il voto degli studenti che – nel caso in cui i punti esposti restino immutati – sarà da base per la posizione della rappresentanza studentesca in sede di consiglio. Dopo alcuni tentativi di votazione annullati si arriva ad un risultato, su cinquanta presenti circa, di 8 favorevoli e 10 contrari all'approvazione della proposta sopra esposta. L'assemblea si chiude con una posizione contraria della stessa verso il documento in discussione il giorno successivo.

I rappresentanti prendono però atto – in maniera comunque non corretta verso l'assemblea stessa – del cambio di voto di alcuni studenti contrari a pro dei favorevoli, causa problemi di incomprensioni in fase di votazione. Forti anche di ciò – ma anche di un dovere morale ed etico verso i futuri studenti-architetti udinesi – i rappresentanti, assumendosi la piena responsabilità verso i loro rappresentati, decidono quindi di supportare la proposta in oggetto in sede di consiglio – salvo modifiche radicali del contenuto, per cui non garantivano la loro posizione all'assemblea.

Ci scusiamo, come rappresentanti, per questa decisione, non certo presa a cuor leggero, e speriamo nella comprensione dei nostri colleghi ed amici.

I rappresentanti degli studenti

Note: a questa pagina trovate alcune informazioni raccolte sulla locazione cividalese.

www.audine.net | sito conforme W3C: XHTML 1.1, CSS | cerca
tutti i contenuti pubblicati, salvo diversa indicazione, sono soggetti alla licenza CC Creative Commons by-nc-nd 3.0