nuovo/nuovissimo ordinamento

Cercheremo di concentrare in questa pagina tutte le note che riguardano l'attivazione dei nuovi corsi, la disattivazione dei vecchi ed il passaggio tra ordinamenti. Nella fattispecie si intende per nuovo ordinamento i piani di studi attivati secondo le modalità del D.M. 509/1999, per nuovissimo quelli attivati secondo il D.M. 270/2004.

Avvisi

chiarimenti (bozza)

passaggio al nuovissimo ordinamento

Le indicazioni date dal C.C.S. del 15 settembre 2009 sono le seguenti:

  1. con molti esami pendenti, si può consigliare il passaggio al 1° anno della L.M. con il riconoscimento, convalida e/o integrazione dei pochi esami sostenuti;
  2. con pochi esami pendenti, risulta conveniente consigliare che rimangano alla L.S. e proporre loro di frequentare corsi equivalenti;
  3. studenti che hanno già sostenuto esami del 2° anno e che passando al nuovo ordinamento dovrebbero aspettare l'attivazione dei corsi del 2° anno per vedersi riconoscere/convalidare esami già sostenuti o sostenere esami; dovrebbero aspettare l'A.A. 2010-2011 e pertanto risulta d'obbligo consigliare che rimangano alla L.S.

Se lo studente corrisponde al caso a) può dal 9 ottobre 2009 al 31 dicembre 2009 chiedere il passaggio al nuovissimo ordinamento, tramite richiesta alla Ripartizione Didattica da fare tramite la Segreteria degli Studenti della Facoltà (fonte: Manifesto di Studi, Fac. Ing., Corsi di Architettura). La pratica, per il riconoscimento, verrà quindi vagliata anche dalla Commissione Didattica del C.d.S. di Architettura che si atterrà il più possibile, secondo quanto deliberato al C.C.S. del 15 settembre 2009, alla tabella di equivalenze didattiche definita (che, durante l'anno, verrà opportunamente modificata ed aggiornata).

Durante l'A.A. 2009-2010 non si potranno convalidare esami previsti nel piano di studio negli anni non ancora attivati (3° della L.T.e, 2° della L.M.), per farlo bisogna aspettare che tali corsi vengano attivati; nel nuovissimo ordinamento inoltre v'è l'obbligo di frequenza che come minimo comporta che gli studenti non devono poter sostenere l'esame fino a che non si è chiusa l'attività didattica relativa).

Il limite di persone che possono chiedere il passaggio è vincolato alla saturazione degli 80 posti disponibili, di cui 39 sono già stati assegnati con la preiscrizione (fonte www.uniud.it).

frequenza obbligatoria dei corsi nel nuovissimo ordinamento

Il Manifesto di Studi, Fac. Ing., Corsi di Architettura, cita la normativa 85/384/CEE che non stabilisce un preciso limite minimo di frequenza per conseguire la Laurea; l'interpretazione della normativa data nel Regolamento didattico del Corso di Studi approvato nel C.C.S. del 15 settembre 2009 fissa a 70% il limite minimo per tutti i corsi. La certificazione della frequenza viene fatta dal docente stesso in sede d'esame: sarà egli a decidere il sistema di controllo (firme, in fiducia o senza alcun controllo), la segreteria studenti non controllerà alcunché dal momento in cui il docente registra la prova (fonte S. Manzini, Segreteria degli Studenti, 3 febbraio 2010).

propedeuticità

Le propedeuticità vengono verificate dal docente in sede d'esame: sarà egli a decidere il sistema di controllo, la segreteria studenti non controllerà alcunché dal momento in cui il docente registra la prova (fonte S. Manzini, Segreteria degli Studenti, 3 febbraio 2010). Ciò quindi permette agli studenti di poter sostenere gli esami anche di anni successivi a quello d'iscrizione, a patto di rispettare le propedeuticità chieste dal docente.

corsi disattivati e frequenza non maturata nel nuovo ordinamento

Coloro che non avessero conseguito, con il nuovo ordinamento, la frequenza di alcuni corsi o laboratori, potrenno farlo all'interno del corso equivalente del nuovissimo ordinamento (che, probabilmente, verrà registrato sul piano di studi come il corso ormai disattivato).

debiti formativi Laurea Triennale

I debiti formativi devono essere recuperati entro un anno dall'iscrizione come da Manifesto di Studi e da D.M. 270/2004.

cifre primo anno L.M.

Al 5 novembre 2009, fonte G. Tubaro: 36 iscritti regolari (tramite preiscrizione), 8 in passaggio dalla L.S. alla L.M., 36 in attesa dell'iscrizione. Al 10 dicembre 2009, fonte G. Tubaro: 69 iscritti regolari su 80 posti. Al 9 marzo 2010 i posti disponibili sono 2.

passaggio di canale

Per il passaggio di canale è necessario il pagamento del bollo (€ 14,95); la Guida agli Studi 08/09 stabilisce implicitamente un obbligo ad equilibrare il numero di studenti per canale.

Laurea Triennale a Marzo: iscrizione alla L. Magistrale

Per coloro che si laureano a Marzo e vogliono continuare la L. Magistrale ad Udine le ipotesi che si prospettano – a meno che non vogliano iniziare direttamente con Settembre i corsi – sono due (nella situazione analizzata si tiene conto che lo studente abbia già iniziato a frequentare i corsi del secondo semestre dell'anno in corso):

  1. iscrizione immediata nell'anno accademico in corso, pagamento pieno della tassa d'iscrizione; oltre al lato economico è da considerare che da Settembre si sarà già iscritti al secondo anno, rendendo quindi più imminente il primo anno fuori corso; nel caso di borsa di studio E.R.Di.S.U. sarà più difficile adempiere alle richieste minime di CFU necessari per merito che vengono solitamente conteggiati a fine Agosto;
  2. iscrizione all'anno accademico successivo, cosa che – dal punto di vista burocratico – allontana il fuori corso e posticipa di un anno il termine per l'accumulo dei CFU minimi necessari alla borsa di studio E.R.Di.S.U.; onde evitare di perdere le sessioni d'esami di Giugno-Luglio e Settembre dell'a.a. in corso gli escamotage adottabili sono i seguenti:
    • sostenere gli esami come corsi liberi (da non iscritto quindi), alla cifra di 200,00 euro l'uno e fino ad un massimo di 5; all'atto dell'iscrizione si invia richiesta alla Commissione Didattica per farsi riconoscere i CFU già maturati; questo sistema permette flessibilità nel caso in cuii, causa tesi, non si rescano a dare molti esami ed è corretto dal punto di vista legale, coprendo – all'atto della registrazione dell'esame – anche la frequenza maturata durate il corso svoltosi nell'anno accademico in corso (obbligatoria al 70% nel nuovissimo ordinamento);
    • sostenere gli esami senza registrare il voto – fidandosi della disponibilità del docente – e procedere alla registrazione solo una volta iscritti (quindi almeno nella sessione di Gennaio dell'a.a. successivo); essendoci il problema della frequenza è da considerare che l'esame deve essere registrato dopo un anno esatto, dal momento che agli atti lo studente figurerà come corsista dell'anno accademico in cui si è iscritto.

Va segnalata anche un'ultima ipotesi: se si ritarda la Laurea alla sessione di Settembre è possibile frequentare e sostenere gli esami della L. Magistrale come extra curricolari (ovvero che non concorrono ai 180 CFU necessari alla L. Triennale, ma sono in eccesso); la cosa va concordata con la Commissione didattica che successivamente, all'atto dell'iscrizione al L. Magistrale, previo richiesta riconoscerà i CFU già maturati; l'operazione è perfettamente legale, permette il risparmio di denaro ma rischia di esser controproducente se durante le iscrizioni con termine a Settembre per la L. Magistrale si esauriscono i posti disponibili (80).

Inglese L.M.

Di seguito riportiamo i dati riguardo ai livelli da raggiungere per il conseguimento delle Lauree in Architettura con i vari ordinamenti, nonché la denominazione (interna alla nostra Università per mezzo del CLAV ed europea):

livelli e denomiazioni europee (CEFR) livelli e denominazioni CLAV
CEFR denominazione certificazione A.A. prec. A.A. 2009/10 A.A. 2010/11
B1 Intermedio PET intermedio 1 B1 - Intermedio 2 B1 - Intermedio 2
B1+ - - Intermedio 2 - -
B2 Post-Intermedio FCE - B2 - Medio progredito B2.2/A - Avanzato
con delibera:
B2.1/B - Progrediti

Livelli CLAV:

nota: in italico i dati dedotti (non quindi esplicitamente dichiarati) da documenti ufficiali di Facoltà o CLAV

I laureati alla Laurea Triennale ord. 509/99 dovranno quindi – salvo coloro in possesso dell'FCE – sostenere l'esame del CLAV per la certificazione del Medio Progredito (denominazione CLAV A.A. 2009/10). Secondo il CLAV il riconoscimento di titoli quali PET, FCE è valido se fatto entro i 24 mesi successivi dal conseguimento dell'attestazione.

Nell'A.A. 2010/11 il livello richiesto per la Laurea Magistrale è "Inglese livello Avanzato", sempre abbinato all'FCE.

Ultimo aggiornamento: 01.12.2011

www.audine.net | sito conforme W3C: XHTML 1.1, CSS | cerca
tutti i contenuti pubblicati, salvo diversa indicazione, sono soggetti alla licenza CC Creative Commons by-nc-nd 3.0